fbpx

economia circolare

L’11 marzo 2020 la Commissione Europea ha varato il piano d’azione per l’economia circolare, uno dei principali elementi costitutivi del Green Deal europeo.

Il nuovo piano d’azione per l’economia circolare annuncia iniziative lungo tutto il ciclo di vita dei prodotti mirando alla loro progettazione, promuovendo processi di economia circolare e consumi sostenibili con l’obiettivo di garantire che le risorse utilizzate siano conservate nell’economia dell’UE il più a lungo possibile.

Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, ha dichiarato: “Per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, preservare il nostro ambiente naturale e rafforzare la nostra competitività economica, è necessaria un’economia completamente circolare. Oggi, la nostra economia è ancora per lo più lineare, con solo il 12% di materiali e risorse secondari riportati nell’economia. Molti prodotti si rompono troppo facilmente, non possono essere riutilizzati, riparati o riciclati o sono fatti solo per un singolo utilizzo. Esiste un enorme potenziale da sfruttare sia per le imprese che per i consumatori. Con il piano odierno lanciamo azioni per trasformare il modo in cui i prodotti sono realizzati e autorizzare i consumatori a fare scelte sostenibili a proprio vantaggio e per l’ambiente”. (altro…)

Convegno Progetto O.R.M.A.

Giovedì 5 dicembre 2019  14:00 – 18:00

Reporting non finanziario delle PMI e finanza verde per clima ed economia circolare.

La direttiva UE 95/2014 ed il conseguente recepimento italiano del D.Lgs.254/2016 hanno previsto per le aziende di grandi dimensioni la produzione obbligatoria di “bilanci integrati”, con produzione di dati ambientali ed energetici idonei a favorire processi interni di controllo di gestione, comunicazioni agli stakeholders. E questo a partire dai dati energetici, in quanto idonei a gestire da un lato l’attuale emergenza climatica, dall’altro la transizione energetica in essere, con le opportunità ed i rischi correlati, come previsto dagli obiettivi della politica UE al 2030. 

AICQ  (Associazione Italiana Cultura Qualità) ritiene che l’argomento dei “bilanci integrati” debba iniziare ad essere approfondito e trattato, almeno in modo semplificato, anche dalle PMI “evolute”, proattive sui temi ambientali ed energetici, che comprendono l’importanza di questo strumento per il miglioramento proprio e dell’ambiente, e comunque in probabile anticipo rispetto alla naturale evoluzione legislativa che, nel tempo, potrebbe estendere quanto già ora obbligo cogente per le aziende di grandi dimensioni. 

Il progetto O.R.M.A. (Organizzazioni Registrate per il Miglioramento Ambientale), patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna e promosso da AICQ, vuole istituire un albo/registro di PMI, idoneo a rilasciare ai partecipanti attestazioni spendibili presso i propri stakeholders in merito ai percorsi di gestione e miglioramento ambientale avviati. In questo albo/registro, si vogliono inserire imprese ed organizzazioni che avviano percorsi di rendicontazione ambientale semplificata di natura volontaria, nell’ambito dei propri bilanci, in modo coerente con i percorsi in essere verso i “bilanci integrati”, con raccolta di dati ambientali ed energetici idonei ad avviare percorsi di misurazione, gestione, rendicontazione e quindi miglioramento delle proprie prestazioni ambientali, in particolare energetiche e in ambito economia circolare, con compilazione di una scheda di autovalutazione su piattaforma informatica.

Conferenza a partecipazione gratuita fino al raggiungimento capienza massima della sala.

Maggiori informazioni sono disponibili a questo link.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato!

WhatsApp chat