fbpx

ambiente

Assiwama propone il nuovo corso di formazione sulla “compliance” aziendale in ambito ambientale per un efficientamento nella gestione dei rischi

Il 27 e 28 marzo non perderti il nuovo corso di formazione sulla “compliance” aziendale, per prevenire rischi e sanzioni ambientali.

Il corso ha come obiettivo quello di fornire le conoscenze necessarie per poter gestire e prevenire, in modo ottimale, i rischi ambientali, calibrando le responsabilità interne, indirizzando il percorso di crescita aziendale verso una piena compliance, in applicazione delle  best practices di settore, sì da evitare l’applicazione di sanzioni in capo all’ente.  

Verrà favorito e stimolato il confronto tra docenti esperti di settore ed i partecipanti. 

Il corso si articolerà in 2 moduli formativi da 8 ore ciascuno, per un totale di 16 ore.  La partecipazione allo stesso è riservata esclusivamente agli associati Assiwama. 

Per maggiori informazioni scrivi a: [email protected]

Sicilia, Puglia e Calabria godranno di risorse finanziare più consistenti, seguite da Sardegna, Abruzzo e Basilicata

Lo annuncia il Ministero dell’Ambiente in una nota pubblicata sul proprio sito web. 

I 385 milioni di euro sono stati ripartiti secondo coefficienti di assegnazione regionale utilizzati per le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione. Alla Regione Sicilia sono stati assegnati i finanziamenti più consistenti: 107 milioni di euro, seguita dalla Puglia, con 74 milioni di euro e dalla Calabria, con 43 milioni di euro. 

La rimozione dell’amianto riguarderà scuole ed ospedali. Lo prevede il “Piano di bonifica da amianto”, previsto nel secondo Addendum al Piano operativo “Ambiente” approvato dal Cipe nel 2016 e adottato adesso con un provvedimento dalla Direzione generale competente del ministero dell’Ambiente. 

Il Ministero sottolinea che gli interventi dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2025 ed individua soggetti beneficiari e modalità di trasferimento. 

“Con questi fondi per la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici – afferma il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa – daremo priorità al risanamento delle scuole e degli ospedali italiani. Confido nella collaborazione con le Regioni e le Province autonome per dare avvio subito ai progetti più urgenti. È fondamentale accelerare la messa in sicurezza del Paese perché i soldi ci sono e vanno spesi. I cittadini hanno atteso abbastanza”. 

Il Ministero garantirà adeguate informazioni per l’attuazione degli interventi, in particolare sulle modalità per la corretta gestione, verifica e rendicontazione delle spese. 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato!

WhatsApp chat